Metà ufficio metà casa e un mobile si fa stanza

Schermata 2015-04-29 alle 16.36.01CAPITA spesso — specialmente di questi tempi — che una casa diventi anche studio, cioè un luogo di lavoro, di solito
per una sola persona. In questo progetto di Selencky/Parsons per l’agenzia di branding Given London di Becky Willan e David Hawksworth, invece, è successo il contrario. Da un tradizionale ufficio, gli architetti David Parsons e Sam Selencky hanno infatti ricavato uno spazio abitativo: un ambiente dove lavorare ma anche vivere. «La sfida era mantenere un look professionale e mescolarlo con quello domestico, creando un ibrido che permettesse all’occasione di cambiare la destinazione d’uso senza alcun trauma», spiega Sam Selencky.
«Abbiamo lavorato con il design, più che con l’architettura», spiega, «creando delle “scatole” da posizionare all’interno dell’open space per definire ambienti chiaramente separati. Si tratta di “oggetti”, quindi di elementi non strutturali e facili da rimuovere in caso di necessità o anche da spostare». SCARICA I DUE PDF DELL’ARTICOLO, APPARSO SU LA REPUBBLICA DEL 15 MARZO 2015 (1) E (2)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s