La banca si fa bella

Date a un millennial alcuni nomi di grandi banche e scoprirete che: le detesta tutte; preferisce una visita dal dentista a una in filiale; toglierebbe i suoi soldi dai caveau se potesse.

I risultati della ricerca del Millennial Disruption Index di Viacom, che identifica le industrie più a rischio per l’arrivo sulla scena economica dei 18-34enni, sono impietosi: la metà dei più di 10mila intervistati non vede l’ora di affidare i risparmi a startup che propongono un modo diverso di gestire il denaro e il 73% è pronto a sottoscrivere servizi finanziari proposti dai big dell’hightech: Google, Amazon, Apple, Paypal e Square. «Il cambiamento», conclude il rapporto, «sarà sismico».

PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO, PUBBLICATO SU D LA REPUBLICA 971 del 16 gennaio 2016, scarica qui il PDF.BANCHE

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s